in

John Lydon: «Guardo i Green Day e rido»

“Dookie”, il disco simbolo di una generazione, compie venticinque anni. Green Day, geni o bluff del punk rock? John Lydon dei Sex Pistols non ha dubbi: «Sono una versione gonfiata di qualcosa che in realtà non gli appartiene»

L’icona del punk inglese John Lydon, frontman degli storici Sex Pistols negli anni settanta ed oggi dei Public Image Ltd, si è lasciato andare a commenti poco lusinghieri nei confronti della band di Dookie, il disco che proprio oggi compie venticinque anni. Intervistato dal giornalista Alex Williams del New York Times, la punkstar più scorretta della storia ha parlato dell’attuale stato del punk, ormai considerato dall’artista imbarazzante: «Quante band ci sono là fuori come i Green Day? Li guardo e rido. Sono dei montati. Sono una versione gonfiata di qualcosa che in realtà non gli appartiene».

Durante la chiacchierata Lydon ha attaccato anche la scena rap americana, oggi dominata da Kanye West e Jay-Z: «La scena rap è diventata uno scenario perfetto per vendere un paio di scarpe da ginnastica».