in ,

Il ritorno di Ian Brown è un segnale forte per la musica inglese

Il ritorno dell’ex Stone Roses è un segnale forte per l’industria musicale inglese che negli ultimi anni sembra aver accantonato il sano vecchio rock a fronte della nuova ondata pop

“I’m an easy rider/Watch me while I ride and glide away”, canta Ian Brown in First World Problems, il singolo uscito oggi che anticipa il nuovo album (Ripples) in uscita il prossimo primo marzo. Il ritorno dell’ex frontman degli Stone Roses è un segnale forte (fortissimo) per il rock e – soprattutto – per l’industria musicale inglese che negli ultimi anni sembra aver accantonato il sano vecchio rock a fronte della nuova ondata pop portata dai cantautori 2.0.

First World Problems, pur mantenendo il sound degli Stone Roses (la band che ha portato il britpop ai vertici delle classifiche ancor prima degli Oasis e dei Blur), segue una ritmica groovy dal tocco anni ’60. Il testo – come gran parte dei lyrics del nuovo album – è stato scritto dallo stesso Ian.

Ripples è stato registrato tra Liverpool e gli Abbey Road Studios (Londra) che ospitarono nel 1969 i Beatles. Durante il periodo di registrazione il rocker di Manchester ha mantenuto il pieno controllo creativo del progetto, producendo l’album, dirigendo il video di First World Problems (disponibile online nei prossimi giorni), creando l’artwork della cover e suonando la chitarra e la batteria dei dieci pezzi che formano la tracklist.

TRACKLIST RIPPLES
1.First World Problems
2.Black Roses
3.Breathe and Breathe Easy (The Everness Of Now)
4.The Dream And The Dreamer
5.From Chaos To Harmony
6.It’s Raining Diamonds
7.Ripples
8.Blue Sky Day
9.Soul Satisfaction
10.Break Down The Walls (Warm Up Jam)