in

Chiara Ferragni – Evian, il featuring dell’anno

Altro che J-Ax e Fedez, il vero disco di platino andrebbe assegnato a Evian per la sua mossa (rischiosa ma) vincente

La reginetta del web Chiara Ferragni torna a far parlare di sé. Oggi però non è la sua vita a fare il giro del web. L’influente imprenditrice digitale, infatti, questa volta ha toccato tematiche sociali importanti tanto da aver scomodato l’associazione che trova a capo Carlo Rienzi: il Codacons. L’associazione che si occupa della difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori sembra aver poco gradito l’uscita del prodotto targato Chiara Ferragni. Quest’ultima ha dato il nome ad un’edizione limitata dell’acqua francese Evian, commercializzata al prezzo di otto euro.

Il Codacons sembra essersi indignato difronte al fatto che un bene primario come l’acqua potesse avere un così elevato costo in commercio. La questione ha mosso senza dubbio anche le acque del web che sembra non parlare d’altro. Dai simpatici meme agli insulti verso la ragazza, le pagine dei diversi social network trovano un’unica indiscussa protagonista: l’acqua targata Chiara Ferragni. Da tenere presente trattando questo tema però è la peculiarità di Evian, da sempre un’acqua costosa, imbottigliata da un’unica fonte e per questo con costi logistici elevati, oltre al posizionamento da sempre alto nel mercato. Un marchio premium nel suo ambito. Negli anni precedenti il brand francese inoltre ha avuto importanti collaborazioni, prima tra tutte con Christian Lacroix, anch’esso diede il nome alla bottiglia ad edizione limitata, all’epoca venduta al medesimo prezzo.

La domanda che sorge spontanea è: perché tutta questa polemica solo ora che a metterci la faccia è la famosa star del web? A rispondere, gli innumerevoli messaggi verso la ragazza, a detta di molti sembra esser stata presa di mira per la sua influenza sui giovani e criticata quindi per il messaggio poco solidale all’indice di povertà globale, per altri, che piaccia o no, Chiara Ferragni è semplicemente un brand di moda e come tale deve essere trattato. Quello a cui stiamo assistendo non fa che sottolineare la risonanza della testimonial che, seppur sommersa da critiche, ai fini del marketing, per Evian, è stata una scelta vincente. Rischiosa ma vincente.