in ,

I più grandi frontman di tutti i tempi secondo le rockstar

Forbes ha chiesto a quattordici rockstar di quale fosse per loro il più grande frontman di tutti i tempi, tutte le risposto (il più nominato, ovviamente, è Mick Jagger)

BILLIE JOE ARMSTRONG (GREEN DAY):

Joey Ramone per me sta lassù.

SLASH (GUNS N’ ROSES)

Dovrei dire Mick Jagger e James Brown e so che sono legati tra loro. E poi Michael Jackson. Anche Axl è uno dei migliori frontman di tutti i tempi. Sono tutti molto compresi nello show e così consapevoli di quanto sia importante questa dinamica.

TOM MORELLO (RAGE AGAINST THE MACHINE):

Dico che il mio frontman preferito di tutti i tempi, e ce ne sono di grandi, è Zack De La Rocha. È il James Brown del punk rocK è autentico e vitale e reale e grande. È un distillato dell’ethos del punk rock.

LOU GRAMM (FOREIGNER)

Per me Paul Rodgers. Sono stato per anni un grande fan della sua voce e del suo stile.

MICK JONES (FOREIGNER)

Sly Stone. Ho visto Sly Stone in un teatro a Parigi e non sono mai stato sconvolto come quella volta. Quella fu la prima volta che sono rimasto stupefatto dalla presenza scenica, dalla musicalità e dalla grinta della scrittura. Ancora oggi è ancora molto influente.

MATT JOHNSON (THE THE)

Credo che debba indicare qualcuno come Chuck Berry. Howlin’ Wolf, la voce. Andando indietro nel tempo, Paul Robeson, una grande dignità e un incredibile talento, molto ispirato politicamente. Per altre ragioni, Jim Morrison fu un grande frontman con i Doors, avevano una formazione interessante. È difficile dirlo, ce ne sono così tanti che mi piacciono per ragioni differenti.

JASON DERULO

Naturalmente Michael. Michael era, per me, l’epitome del performer. Un cantante straordinario, una presenza scenica, un incredibile ballerino. Era l’artista completo.

PATTI SMITH

Ho amato Jimi Hendrix. E quando ero più giovane Mick Jagger era uno dei più grandi. Mi piacciono i performer forti.